Art&Design, Fashion, Home Page 0 comments on DESIGN VS FASHION: FUORISALONE 2016

DESIGN VS FASHION: FUORISALONE 2016

 

oo

Eccoci qui, anche noi di Officine Concept siamo andati al Salone Internazionale del Mobile 2016, a Milano. E’ uno degli eventi piu’ importanti a livello mondiale di Design!

Per una settimana si trovano in tutta la città esposioni, installazioni e tutto quello che riguarda il settore dell’ arredamento e il design industriale. Noi siamo stati principalmente in Ventura Lambrate, che è una delle zone più in fermento degli ultimi anni, mentre nel centro di Milano troviamo eventi di nomi affermati, qui a Lambrate, abbiamo la zona più alternativa, dove si esprimono ad un livello altissimo i concetti di sperimentazioni e creatività del design.

Riuscire a muoversi in Via Ventura è difficilissimo, l’affluenza di persone provenienti da tutto il mondo è immensa, ma non ci siamo arresi per niente e, con la nostra amica Alessandra, abbiamo visitato varie delle strutture allestite che vivono in questa incredibile zona.

 

salone-6110 salone-6112

Se ci soffermiamo un attimo a pensare, noi essere umani abbiamo un estremo bisogno di stare bene negli spazi dove passiamo il quotidiano, vuoi che sia la nostra casa, oppure il nostro ufficio, un bar o tanto altro. Questo è il compito che si sono sempre prefissati gli artisti emergenti e affermati del mondo del design! Qui in Ventura Lambrate, troviamo proprio questo, nelle varie installazioni e oggetti creati; si percepisce molta voglia di verde: da sempre l’aria aperta ci dona felicità e benessere!

Qui un esempio di questo concetto con una serie di porcellane per godersi una mini-farm ovunque.

salone-6102 salone-6146 salone-6153Molto particolare l’ esposizione dell’ Atelier Montè, in particolare quella di Isaac, che parla dei problemi dell’alimentazione, dei rifiuti e della sovrapproduzione con “The Meat Project”, si tratta di una serie di lampade e vasi realizzati con la carne di scarto.

salone-6125 salone-6126Uno sguardo tra le varie proiezioni in cui ci siamo immersi con Alessandra, stupenda la suggestione into the wild….

salone-6131salone-6130 salone-6148Ci fermiamo in Floristeria, in occasione del Salone il Ventura District diventa bucolico: Massimo Santi, fondatore di Al Verde, e David Beltran, fondatore di Flor, ricopriranno uno spazio industriale di fiori, colori, luci e fragranze primaverili. All’interno di questa oasi troviamo cibi e drink floreali!

salone-6211salone-6208 salone-6209 salone-6210

Alessandra indossa un paio di occhiali Komono, (brand che trovate sul nostro e-commerce: www.officinececoncept.comnon rimaniamo infatti stupiti nel trovare tra le varie opere, anche un stand del brand! Parliamo di un marchio fresco e innovativo, assolutamente un must have per gli intenditori!

salone-6141salone-6137 salone-6139

Senza-titolo-3

salone-6160

Il salone è stata un’esperienza frenetica e senzazionale, piena di visioni interessanti su vari fronti, chi non è risucito a partecipare a questa edizione dovrà sicuramente organizzarsi per partecipare il prossimo anno!

Alessandra per questa giornata ha indossato un vestito+canotta Rue Bisquit, brand che trovate sul nostro e-commerce: www.officinececoncept.com !

Oltre quello della moda, anche il mondo del design ci dice che il verde è SUPER! 😉

loves

 

 

 

 

Art&Design, Home Page 0 comments on BIENNALE DI VENEZIA 2015

BIENNALE DI VENEZIA 2015

Chiuderà i battenti il 22 novembre, la biennale d’arte di Venezia, quindi avete ancora pochi giorni per vederla!

Noi abbiamo passato un weekend meraviglioso in laguna, visitando sia la città che la sua biennale d’arte, famosa in tutto il mondo, che richiama turisti ed artisti di fama mondiale.

E sì, l’arte ci piace tantissimo, perché ci offre tanti spunti e stimoli, che possiamo tradurre anche nel design e nella moda, ad esempio accostamenti di colore, forme, tematiche ecc…

A proposito di tematiche, il tema di questa biennale è All the world’s futures; gli artisti sono chiamati a raccontare tutti gli aspetti del mondo odierno, le fratture che oggi ci circondano e che abbondano in ogni angolo del mondo. Macerie, guerre, catastrofi, eventi che portano all’inquietudine dei giorni nostri interpretate in modi diversi, con visioni diverse da parte di artisti di tutto il mondo.

Un tema vasto, che permette di spaziare tantissimo. Un percorso interattivo, dove il visitatore si sente partecipe dell’opera.

Le location della biennale sono diverse: i giardini, l’arsenale ed il padiglione Italia sono le più celebri; altre aree sono dislocate nei palazzi storici della città.

Ogni spazio è dedicato ad una nazione del mondo, ed al suo interno vi sono le opere di artisti selezionati di quella nazione. Tra le opere spiccano installazioni, video, sculture, quadri e molto altro.

ARSENALE

VENEZIA-BIENNALE-3821 VENEZIA-BIENNALE-3825 VENEZIA-BIENNALE-3826 VENEZIA-BIENNALE-3830 VENEZIA-BIENNALE-3831

I GIARDINI DELLA BIENNALE

VENEZIA-BIENNALE-3958 VENEZIA-BIENNALE-3959 VENEZIA-BIENNALE-3960 VENEZIA-BIENNALE-3961

PADIGLIONE GIAPPONE

Artista Chiharu Shiota

“The key in the hand”

Un’installazione dedicata alla memoria, ai ricordi. Migliaia di vecchie chiavi, intersecate da chilometri di filo rosso, creano una fitta rete, che simboleggia tempeste di ricordi. “Le chiavi sono un oggetto familiare e di grande valore, proteggono le persone e gli spazi, e allo stesso tempo ci incitano ad aprire porte su nuovi mondi.”

VENEZIA-BIENNALE-3978 VENEZIA-BIENNALE-3977   VENEZIA-BIENNALE-3981  VENEZIA-BIENNALE-3987

PADIGLIONE CANADA

Artisti: Jasmin Bilodeau, Sebastien Giguère, Nicolas Laverdière

“Canadissimo 2015”

Uno spazio estremamente originale, che ci ha colpito moltissimo, che simula la quotidianità. Al suo ingresso è stato riprodotto un dépanneur, un negozietto tipico di quartiere che si trova in molte città del Québec, con tanto di generi alimentari, e di prima necessità, esposti sugli scaffali, e cassiera. Tutti i prodotti sono curatissimi, le etichette dei prodotti sono state riprodotte  tutte appositamente per l’installazione e rielaborate graficamente con effetto sfocato. Tutto curato nei minimi dettagli.

Proseguendo si passa allo studio: uno spazio caotico, dove sono raggruppati oggetti di ogni natura, come fossero collezionati da un appassionato del riciclo. Sul tavolo spiccano decine di barattoli di vernice, con pennelli e colore. Proseguendo, si sale su di una terrazza, costruita con un prolungamento del padiglione, costituito da un impalcatura, culla quale troviamo una “macchina” che somiglia ad un gioco, dove facoltativamente si può inserire una monetina in un meccanismo che la spinge in una parete verticale di plexiglass.

VENEZIA-BIENNALE-3993VENEZIA-BIENNALE-3996 VENEZIA-BIENNALE-3997 VENEZIA-BIENNALE-3998

PADIGLIONE AUSTRALIA

Artista Fiona Hall

“Wrong way time”

Arabeschi di ossa, orologi a cucù, teschi, e altre strane figure popolano questo padiglione, ricreando metafore sul tempo che passa, sulla riflessione che ci stiamo muovendo nella direzione sbagliata. Le tematiche sulle quali l’artista australiana ha lavorato sono i conflitti mondiali, il sistema economico e soprattutto i problemi ambientali, dovuti ai cambiamenti climatici. Uno spazio cupo, pieno di elementi naturali rielaborati ed oggetti riciclati che insieme raccontano i lati folli del mondo moderno.

VENEZIA-BIENNALE-4003 VENEZIA-BIENNALE-4004 VENEZIA-BIENNALE-4006 VENEZIA-BIENNALE-4010

Suggerimenti per il week-end? Fate un salto a Venezia per prendere qualche ispirazione dalla Biennale e naturalmente perdetevi nei vicoli di questa città meravigliosa!

VENEZIA-BIENNALE-4013 VENEZIA-BIENNALE-4014 VENEZIA-BIENNALE-4015

Art&Design, Home Page 0 comments on Twentyfour hours…Fuori Salone

Twentyfour hours…Fuori Salone

Domenica scorsa Officine Concept doveva esserci per forza, a Milano in occasione del Salone del Mobile, un evento che riesce a coinvolgere professionisti del settore, turisti, studenti amanti del design e non….

Durante la nostra giornata abbiamo assaporato molteplici aspetti che il salone propone: il design, la moda, la gastronomia e per finire in bellezza la musica. Fra le varie zone visitate durante il giorno del design come: Brera design district, la triennale, zona lambrate, siamo rimaste affascinate dalla “Delirious Home”, la casa tecnologica ed interattiva degli studenti dell’ Ecal (Università di arte e design di Losanna) premiata quest’anno come miglior allestimento del FuoriSalone, vincitrice del tanto ambito premio Milano Design Award.

Un’allestimento fuori dagli schemi, in grado di creare equilibrio fra ricerca, creatività, ironia e praticità, valorizzando il dialogo creativo fra prodotto e allestimento. Un progetto nato dalla visione creativa dei giovani d’oggi. Ed è proprio questo il valore aggiunto che abbiamo apprezzato, spazio ai giovani in questo periodo di crisi!

07-ecal-delirious-home ecal-milano-2014-delirious-home-5986 3028928_slide_deliciousbells194

La casa intelligente propone oggetti di design, pensati e studiati proprio per garantire l’efficienza dell’aspetto funzionale dell’oggetto stesso. Fra questi troviamo:

– Chiaroscuro -> di Lèa Pereyre, Claire Pondard e Tom Zambac. è una lampada che si accende toccando la sua ombra

– Broken mirror -> di Guillaume Markwalder e Aurèlia von Allmen. è uno specchio, costituito da una membrana riflettente, che cattura l’immagine solo quando la si guarda.

– Delicious Bells – > di Caroline Buttet, Louisa Carmona, Margaux De Giovannini e Antonio Quirarte. sono campane porta frutta che una volta aperte emettono melodie gradevoli.

Verso sera ci siamo trasferiti per un aperitivo al locale “The Room” in zona Porta Romana, strutturato su due livelli, arredato in stile post-industriale, tipico dei locali newyorkesi. Particolare l’accostamento di materiali ed elementi come il legno, il ferro, la resina ed il cemento.  Il locale, citato dal manuale Interni relativo alla settimana del design, ha creato un connubio fra arte, design, musica e cucina.

foto-1-copia foto-3 1797339_1479554955590625_4098793207503152246_n foto-4 1531671_1479274952285292_5494749812096579891_n 1897662_1479275248951929_6677172554298243851_n 10173631_1479276192285168_4114243130083736914_n

Ospiti le esposizioni di alcuni artisti: tra i quali giovani stilisti, designer, il profumiere Bruno Acampora, con la sua selection di essenze realizzate con elementi rari e preziosi. Infine le curiose piantine di Corneliu Savage Garden, coltivate con l’arte del “Kokedama”, la nuova moda che arriva dall’oriente, che utilizza particolari sfere da appendere, fatte di terriccio argilloso in grado di trattenere l’umidità. Altre divertenti piantine grasse erano contenute all’interno di vecchi libri, un modo divertente di riciclare ed arredare allo stesso tempo.

Ad accompagnare la nostra permanenza qui, uno dei più buoni black mojito mai bevuti in vita nostra e un delizioso original Cheeseburgher, da fare invidia al Mercer Burger di New york! La cucina varia dal pesce alla carne e la coctail list è in assoluto la più interessante della zona.

Dopo la cena ci siamo spostate al teatro Franco parenti, per lo show musicale organizzato dallo staff Elita. L’ultimo giorno del festival, ha visto protagonisti artisti americani, dj di fama internazionale come Wolf&Lamb e Pillowtalk che ci hanno deliziato con pezzi fusion r&b, boogie uniti alla techno e all’house underground. Una profonda voce maschile protagonista ci ha emozionato e ha chiuso la performance con il loro celebre singolo “Soft”.

Infine Il day 4  ha chiuso i battenti con il pazzo duo di Boston: Soul Clap, che ci ha fatto ballare 4 ore di original dance mixata, con influenze funk.

foto-1 Senza-titolo-1

Una giornata indimenticabile!!

 

Art&Design, Home Page 0 comments on PIMP YOUR PHONE!

PIMP YOUR PHONE!

covertopo5 covertopo1 covertopo2 covertop03 covertop04

 

un’altro fantastico fashion accessorie designed by Seconda Base….

Questa cover è a forma di topolino, ha delle simpatiche orecchie enormi e una coda staccabile.

è adesso il clou, la coda può essere utilizzata come stand per il telefono, posizionato in maniera giusta il vostro telefono sta in piedi….non è super fashion?

La cover esiste sia per Iphone 5 che per Iphone 4, consegnato in un tubo di cartone con stampa topolino.

WE LOVE TOPOLINO <3

 

disponibile sul nostro online store: www.officineconcept.com

YOUR FAVORITE E-STORE!

Art&Design, Fashion, Home Page 0 comments on Lipstick – colour therapy!

Lipstick – colour therapy!

LIPSTICK PINK LIPSTICK BLUE LIPSTICK VERDE LIPSTICK GOLD LIPSTICK BLU CONFEZIONE

 

Oggi vi presentiamo un nuovissimo oggetto di design by Seconda Base….Lipstick Power Bank

un’assoluto fashion musthave che nello stesso tempo è utilissimo…cosa possiamo volere di più donne!?!

Vi chiederete che cos’è questo oggetto coloratissimo…ecco a voi la spiegazione…

è una batteria mobile che si carica tramite spina USB.

Una volta caricato si infila nella borsetta e se si scarica il vostro telefono, tablet oppure la sigaretta elettronica è ora di utilizzarlo!

Per renderlo più divertente è a forma di rossetto in fantastici colori come pink, bluette, verde e bronzo.

 

Disponibili sul nostro shop online: www.officineconcept.com

 

STAY TUNED!